“Setta” Arkeon, presi in giro milioni di italiani

Nei prossimi giorni, c’è un evento importante nella vicenda giudiziaria di Arkeon. Non ho molta fiducia.

In questa storia, infatti, sono stati presi in giro milioni di italiani da media sempre pronti allo scandalismo senza etica e professionalità, da associazioni con coperture di vario tipo ma nessuna (a mio giudizio) reale preparazione scientifica ed etica, da individui (pochissimi) che hanno scritto storie non vere o mistificate per vendette personali e, lo dico con il massimo dispiacere, da altri che, in questo paese, dovrebbero avere come primo obiettivo l’accertamento della verità. Sono mie idee, però basate su quanto letto e vissuto personalmente negli anni.

A milioni di italiani è stato fatto credere che Arkeon fosse una setta, cosa non vera, ed è difficile trovare una sola cosa vera tra quanto riportato da media e cosidetti esperti (che si fanno scudo dello più insidiosia pseudoscienza per proporre, oltre a pseudofatti, pseudoteorie). Si è costruita una storia di impatto mediatico che non ha riscontro nella realtà, forse per regolare certi conti (come ha scritto qualcuno).

Penso piuttosto sia la pochezza di questo paese, e la facilità con cui il ripetere “sono un esperto” o “sono una vittima” (peraltro spesso dalla stessa persona a tempi alterni) alla fine venga creduto.

Ho conosciuto Arkeon,e so cos’era; e se c’è stato qualche errore, è stato isolato. Ormai lo hanno scritto in decine di persone su Internet, a volte con accenni critici, ma smentendo la versione di forse cinque persone che tapezzano la rete delle stesse cose ripetute ossessivamente. I loro racconti possono appassionare chi è alla ricerca della setta di cui spaventarsi o del fatto di cui scandalizzarsi: ma non trovano corrispondenza nei fatti (e parlo per esperienza).

Ma in un paese come il nostro, cinque persone con gli appoggi giusti, con l’espertismo e il vittimismo giusto, fanno in fretta a mettere nel sacco milioni di italiani.

Perché, con quanto è stato raccontato dai media, Arkeon non c’entra nulla e la verità è stata avvolta nella nebbia di cose non vere.

Annunci

3 commenti

Archiviato in Arkeon

3 risposte a ““Setta” Arkeon, presi in giro milioni di italiani

  1. Purtroppo questo è l’effetto “negativo” della rete… la verità è messa a dura prova!

  2. Fabia

    Questa è la realtà, che spesso e non solo riguardando Arkeon ti mandano e le persone si acontentano di ascoltare, un certo publico; tutto il mondo è paese. Si acontentano delle imagini, si acontentano dei stereotipi, si acontentano e si fidano troppo spesso di quello detto e scritto. Sono comunque fiduciosa nel tempo…..fin che ci saranno altri, quelli che ascoltano e si ascoltano.
    Un abbraccio,
    Fabia

  3. Ho sperimentato nel mio lavoro professionale quanto la stampa produca distorsione più che informazione: si prende l’argomento, lo si riduce a un titolo forte e fuorviante, si sostituiscono i fatti con i giudizi di qualche presunto esperto, intortando il pubblico con l’impressione di essere il paladino che “la pensa allo stesso modo loro” e “svela la verità”.
    Quando ho visto accadere tutto questo su Arkeon, e quindi anche sulla mia pelle, non ho trovato nulla di nuovo…a parte la feroce stupidità di chi non capisce la differenza tra vendere balle sui microchip e sulla moda e vendere balle sul dolore e sulla vita delle persone.
    Basterebbe pensare che già all’inizio di questa orribile vicenda – dopo l’avviso di garanzia recapitato a Bari SENZA ARRESTARE NESSUNO – i primi lanci di agenzia parlavano di “setta sgominata”. E che a distnaza di tre anni nuovi lanci ancora parlano di setta sgominata (ma quante volte si può sgominare la stessa setta, soprattutto senza mai aver neanche iniziato un processo?)
    Quando poi vedo lo spessore delle argomentazioni, penso ai romani che tacciavano di cannibalismo i primi cristiani perchè dicevano di “mangiare il corpo di Cristo”. Ma la stupidità è maggiore della ferocia, in costoro?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...