Arkeon e media: altra spazzatura in arrivo

Apprendo che l’udienza preliminare sul caso Arkeon si terrà il 19 maggio.

Sarà probabilmente una nuova orgia mediatica – di ampiezza da definire – in cui verranno ribadite le solite cose, senza neanche un minimo di ricerca giornalistica o di contraddittorio.

Non si parlerà sicuramente dell’incredibile vicenda di Raffaella di Marzio, delle affermazioni di Padre Cantalamessa (se non per gettare ulteriore fango) o di Claudio Risé, non si parlerà delle conseguenze di questa campagna di stampa (vedi qui) né si consulterà la discutibile e censurata voce di Wikipedia, non si parlerà degli stupefacenti comportamenti professionali di Lorita Tinelli o delle tante sciocchezze del famoso Tiresia, non si parlerà dell’assurdo caso di Martini o di Fabia o delle testimonianze positive di Arkeon, non si parlerà dell’assenza di un qualsiasi studio serio su Arkeon, non si parlerà del Cesap che dopo dieci anni di studio tira fuori il “Padre Pedofilo” come summa della comprensione di Arkeon (come dire che il succo del comunismo è la tutela della proprietà privata), non si parlerà del padre che convinto dalla super-esperta che il figlio sta in una psico-setta minaccia con le armi il figlio, non si parlerà del’articolo della Di Marzio su Arkeon che concludeva che Arkeon non le pareva una setta, non si parlerà dello sciopero di Martini contro Lorita Tinelli (anch’esso venuto fuori da questa vicenda), non si parlerà di tante altre cose incredibili.

Si riproporranno invece gli incappucciati alla Klu Klux Klan e si mostreranno le famiglie con i bambini di Arkeon a volto scoperto, le solite super-vittime (parlo ovviamente solo di chi so), le mistificazioni, le fantasie, le teorie di Margaret Singer, le psico-sette, il lavaggio del cervello (senza dire cosa ne pensano davvero gli studiosi seri ad incominciare da Aletti), gli abusi dei peggiori, la Chiesa che copre (se è Cantalamessa) o che prende le distanze (perché, purtroppo, la verità della stampa torna comoda a certi ecclesiastici più che la verità vera e anche questo abbiamo visto), l’Ordine degli Psicologi che porta acqua al suo mulino, alla faccia di ogni altra considerazione; adesso c’è pure Povia da tirare in ballo a sproposito (per cui pure i gay si mobiliteranno, anche loro a sproposito).

Ci saranno le TV, i blog che di questo vivono (rimestando il vero e il falso), i giornali. Insomma, un sacco di fesserie dannose e pochi o nessun fatto.

Sono certo che, se non è già stato fatto, sono in corso contatti con media, con giornalisti, comunicati stampa, suggerimenti, materiali inediti, nello spregio di ogni forma di morale, da parte dei soliti noti (che ho visto si sono già attivati nella blogosfera). Il solito giornalismo famelico di cui parla bene Raffaella Di Marzio e che un po’tutti ormai riconoscono lontano un miglio.

Va bene. Prepariamo ad un’altra gogna, ad un altro giro. Ci sono già passati in tanti dai roghi mediatici, dalle cacce alle streghe che in qualche modo ci passeremo anche noi.

Che bella Italia.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Arkeon, gay, Lorita Tinelli, pseudoscienza, Raffaella di Marzio, Società

2 risposte a “Arkeon e media: altra spazzatura in arrivo

  1. A proposito di quello che scrivi, credo che non si parlerà neanche dell’ottavo tassello di Raffaella Di Marzio:

    http://raffaelladimarzio.blogspot.com/2009/03/tasselli-di-esperienza-ottavo-tassello.html

    Ciao e a presto.
    Fioridiarancio

  2. @ Fiori: ti ringrazio del link. E’una vincenda incredibile e spero che, prima o poi, arriva la giustizia almeno un po’riparatrice.
    Ciao
    S&P

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...