Mi faccio gli affari miei

Ho sempre creduto nel farsi gli affari propri. Tutto sommato, mi è anche riuscito.

Nella società di oggi, l’impressione è che tante cose non vadano per il loro verso, o magari che vadano in una direzione negativa, ma che io, come singolo o come famiglia o come gruppo di amici, possiamo farci i fattacci nostri. Per esempio, in una società che disprezza la paternità e, sotto altre forme, la maternità, io posso costruire una famigla fondata sul rispetto dei ruoli autentici di padre, madre e figli. Oppure, se mi sembra assurdo il desiderio di infliggere la morte nella vicenda di Eluana, io, nel mio piccolo, posso fare altrimenti. E così via.

Da qualche anno, ho capito che non è così. I “crociati”, che, secondo i media, sono sopratutto di matrice cattolica (punto su cui inizio ad avere seri dubbi), non si accontentano di  orientare la società. Non possono tollerare alcuna differenza, alcuna libertà. Parlo per esempio di una parte purtroppo consistente del movimento gay. Parlo per esempio di un movimento “femminista” che entra nelle famiglie per affermare un principio piuttosto che per il bene dei suoi membri.

Parlo anche della persecuzione mossa ad Arkeon (non a caso saldatasi ai movimenti di cui sopra). Parlo per esempio della famiglia esposta gratuitamente ed insensatamente al pubblico ludibrio (per ulteriori informazioni) da Striscia la Notizia. L’obiettivo è, sempre lo stesso, la persecuzione del diverso, di chi “sgarra” alla propria legge, e di fortificare la propria versone parziale, quando non del tutto menzognera.

Immagino che, nel caso di Arkeon, si abbia tutta l’intezione di proseguire. Sia mai che un movimento nel nome del padre, della libertà di ricerca interiore (e non di cura di un bel niente), possa passarla liscia. Dovrei scavare nella psicologia per capire i soggetti (che conosco come tipologia fin da bambino) la cui principale gioia è vedere repressi gli altri perché non si adeguano alle “regole“.

Ne riparlerò.

Annunci

3 commenti

Archiviato in Arkeon, Eluana, Società

3 risposte a “Mi faccio gli affari miei

  1. Ciao sudorepioggia è allucinante come le persone vengano messe alla gogna soprattutto per avere uno scoop e odience. Questo modo di fare notizie è davvero odioso. Ormai è diventato una moda fare i giornalisti in modo fazioso.
    Se il diritto di cronaca di cui parla la Costituzione è questo, preferisco felicemente farne a meno.
    ciao

  2. sudorepioggia

    Ciao Terry. Personalmente ne faccio tristemente quasi a meno, ormai non riesco a capire cosa è sensazionalismo e cosa è vero. Se si raccontano cose non vere sulla piccola cronaca, cosa si dirà sui temi grossi, sull’economia? Boh. La tristezza è che spesso non c’è neanche un’altra campana e chi scrive o dice stupidaggini o falsità, non viene esecrato o punito: anzi, fa carriera. Deprimente.
    Ciao
    S&P

  3. Pingback: Contro il “secondo genitore” « Imparando ad Essere Liberi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...